Con una nota pubblicata in data 23 gennaio 2017, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha reso noto che “in considerazione della situazione di emergenza a seguito dei recenti eventi meteorologici e sismici, accogliendo le richieste pervenute da alcuni enti locali interessati, l’Autorità dispone la proroga al 20 febbraio 2017 del termine previsto al 31 gennaio 2017 per la comunicazione via PEC dell’avvenuta pubblicazione del file XML per gli adempimenti di cui all’art. 1, comma 32, della L.190/2012“.

La disposizione richiamata dispone in particolare che entro il termine indicato (prorogato appunto per l’anno in corso al 20 febbraio 2017) le stazioni appaltanti debbano trasmettere ad ANAC in formato digitale le informazioni concernenti gli affidamenti relativi a contratti pubblici di lavori, servizi e forniture per i quali vige l’obbligo di pubblicazione sui siti internet delle committenti mediante tabelle riassuntive (per ciascuna procedura di affidamento devono essere riportati l’oggetto del bando, l’elenco degli operatori invitati a presentare offerta, l’aggiudicatario, l’importo di aggiudicazione, i tempi di completamento dell’opera, del servizio o delle fornitura e l’importo delle somme liquidate).

Fonte: anac.it